Ma tutto quel che mi accade di importante, Stig Dagerman

C. Chaplin e V. Cherrill, Luci della città (1931)

 

Ma tutto quel che mi accade di importante, tutto quel che conferisce alla mia vita il suo contenuto meraviglioso – l’incontro con una persona amata, una carezza sulla pelle, un aiuto nel bisogno, il chiaro di luna, una gita in barca sul mare, la gioia che dà un bambino, il brivido di fronte alla bellezza – tutto questo si svolge totalmente al di fuori del tempo. Che io incontri la bellezza per un secondo o per cent’anni è del tutto indifferente. Non solo la beatitudine si trova al di fuori del tempo, ma essa nega anche ogni relazione tra il tempo e la vita.

 

Stig Dagerman, Il nostro bisogno di consolazione, Iperborea

 

[ Foto: C. Chaplin e V. Cherrill, Luci della città (1931) ]