Non c’è scelta, Norman MacCaig

_

 

Ti penso
nei tanti modi in cui la pioggia cade.

(Inizio, con l’invecciare
a odiare le metafore- la loro esattezza
e la loro inadeguatezza.)

Talvolta questi pensieri sono
un umidore a mala pena cadente, di cui
nulla è più delicato:
talvolta uno scroscio impetuoso, una
ripulita primaverile e affaccendata della mente:
tanvolta un acquazzone dilagante.

inizio, con l’invecchiare,
a odiare la metafora,
a amare la delicatezza,
a temere gli acquazzoni.

 

Norma MacCaig, Non c’è scelta

 

[Video: Max Richter, November ]