E tuttavia, tra tutte queste amanti…

Ziegfeld girl

 

E tuttavia, tra tutte queste amanti, ce n’è almeno una che ho deliziosamente amata. Era al tempo stesso più delicata e più salda, più tenera e più dura delle altre; quel suo torso esile e pieno faceva pensare a una canna. Mi è piaciuta sempre la bellezza delle capigliature, quell’onda serica e fluttuante; ma, nella maggior parte delle nostre donne, le chiome sono torri, labirinti, barche, o grovigli di vipere. La sua, consentiva a essere quel che mi piace che siano: il grappolo d’uva delle vendemmie, o un’ala. Distesa sul dorso, appoggiando su di me la piccola testa altera, mi parlava dei suoi amori con mirabile inverecondia. Amavo in lei il furore e il distacco nel piacere, i gusti raffinati, la smania di tormentarsi l’anima. Sapevo che aveva dozzine d’amanti; ne perdeva il conto; io non ero che una comparsa che non esigeva la fedeltà. S’era innamorata d’un danzatore chiamato Batilla, così bello da giustificare qualsiasi follia. Tra le mie braccia, singhiozzava il suo nome; la mia approvazione la incoraggiava. In altri momenti, quanto abbiamo riso insieme! Morì, giovane, in un’isola malsana dove l’aveva esiliata la famiglia, in seguito a un divorzio che fece scandalo. Me ne rallegro per lei, perché aveva paura d’invecchiare: ma è un sentimento che non proviamo mai verso coloro che abbiamo veramente amato.

 Marguerite Yourcenar , Memorie di Adriano

Foto: Alfred Cheney Johnston

La terra è blu come un’arancia

Immagine

A Gala        

La terra è blu come un’arancia
Mai un errore le parole non mentono
Non vi fanno più cantare.
E’ il turno dei baci ora intendersi
I folli e gli amori.
Lei le sue labbra complici
Tutti i segreti tutti i sorrisi
E che vestiti indulgenti
Da crederla tutta nuda.

Le vespe sciamano verde.
L’alba si attorciglia sul collo
Una collana di finestre
Ali a coprire le foglie.
Possiedi tutte le gioie solari
Tutto il sole sulla terra
Sui sentieri della tua bellezza.


P. Eluard, “L’amour, la poésie” ,1929

(Foto: Deborah Chock)