Consigli, Ennio Flaiano

 

Non calpestare le metafore.
I punti di sospensione si pagano a parte.
Non usare le sdrucciole se la strada è bagnata.
Per le rime rivolgersi al portiere.

E. Flaiano

 

Chi apre il periodo, lo chiuda.
È pericoloso sporgersi dal capitolo.
Lasciate l’avverbio dove vorreste trovarlo.
Chi tocca l’apostrofo muore.
Abolito l’articolo, non si accettano reclami.
Non usare l’esclamativo dopo le 22.
Non si risponde degli aggettivi incustoditi.
Per gli anacoluti, servirsi del cestino.
Tenere i soggetti al guinzaglio.
Non calpestare le metafore.
I punti di sospensione si pagano a parte.
Non usare le sdrucciole se la strada è bagnata.
Per le rime rivolgersi al portiere.
È vietato servirsi del sonetto durante le fermate.
È vietato aprire le parentesi durante la corsa.
Nulla è dovuto al poeta per il recapito.

Ennio Flaiano, da  La grammatica essenziale (1959)

 

[… Niente da aggiungere se non: Ennio Flaiano, genio indiscusso! 🙂 ]

Ennio Flaiano, Un gatto

6906dc899e68058f3b6ab3344b396612

 

Una volta credevo che il contrario di una verità fosse l’errore e il contrario di un errore fosse la verità. Oggi una verità può avere per contrario un’altra verità, altrettanto valida, e l’errore un altro errore.
_

E. Flaiano, in Diario degli errori

 

 

Lo Scienziato cerca un gatto,
un gatto nascosto
in una stanza buia.
Non lo trova ma..
ma ne deduce che è nero.

Il Filosofo cerca un gatto,
un gatto che non c’è
in una stanza buia.
Non lo trova ma..
ma continua a cercare.

Il Teologo, oh il Teologo
cerca lo stesso gatto.
Non lo trova ma dice
di averlo trovato.

Ennio Flaiano, da La valigia delle Indie (Bompiani, 1996)