Fresca Marina, Salvatore Quasimodo

 

Se mi desti t’ascolto,
e ogni pausa è cielo in cui mi perdo,
serenità d’alberi a chiaro della notte.

S. Quasimodo

 

A te assomiglio la mia vita d’uomo,
fresca marina che trai ciottoli e luce
e scordi a nuova onda
quella cui diede suono
già il muovere dell’aria.

Se mi desti t’ascolto,
e ogni pausa è cielo in cui mi perdo,
serenità d’alberi a chiaro della notte.

 

Salvatore Quasimodo, Fresca Marina,  (da Acque e terre, 1930)

 

[Foto: Franco Fontana]

3 thoughts on “Fresca Marina, Salvatore Quasimodo

  1. natipervivereblog ha detto:

    ” A te assomiglio la mia vita d’uomo,
    fresca marina…
    ogni pausa è cielo in cui mi perdo”
    Come vorrei che queste parole fossero parte, piccoli segreti dell’essere, di ogni individuo.
    Un caro saluto e un augurio di un felice fine settimana
    Adriana

  2. Gilda ha detto:

    Queste sono e devono essere parole per tutti, piccoli frammenti per ognuno di noi… grazie, cara Adriana!

    Buona serata a te!

  3. Paola ha detto:

    Grazie, anche per la foto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...