Per vivere…, Pedro Salinas

Justin Bartels

 

L’amore ha la virtù di denudare non i due amanti l’uno
di fronte all’altro, ma ciascuno dei due davanti a sé.

Cesare Pavese, Il mestiere di vivere
12 ottobre 1940

XIV

Per vivere non voglio
isole, palazzi, torri.
Che altissima allegria:
vivere nei pronomi!

Getta via i vestiti,
i connotati, i ritratti;
non ti voglio cosí,
travestita da altra,
figlia sempre di qualcosa.
Ti voglio libera, pura,
irriducibile: tu.
Quando ti chiamerò, so bene,
fra tutte le genti
del mondo,
solo tu sarai tu.
E quando mi chiederai
chi è che ti chiama,
che ti vuole sua,
sotterrerò i nomi,
le pergamene, la storia.
Comincerò a distruggere quanto
m’hanno gettato addosso
da prima ancora ch’io nascessi.
E ritornato ormai
all’eterno anonimato
del nudo, della pietra, del mondo,
ti dirò:
«Io ti voglio, sono io».

Pedro Salinas, La voce a te dovuta (Einaudi, 1979)

__________________________________

XIV

Para vivir no quiero
islas, palacios, torres.
¡Qué alegría más alta:
vivir en los pronombres!
 
Quítate ya los trajes,
las señas, los retratos;
yo no te quiero así,
disfrazada de otra,
hija siempre de algo.
Te quiero pura, libre,
irreductible: tú.
Sé que cuando te llame
entre todas las gentes
del mundo,
sólo tú serás tú.
Y cuando me preguntes
quién es el que te llama,
el que te quiere suya,
enterraré los nombres,
los rótulos, la historia.
Iré rompiendo todo
lo que encima me echaron
desde antes de nacer.
Y vuelto ya al anónimo
eterno del desnudo,
de la piedra, del mundo,
te diré:
«Yo te quiero, soy yo».

Pedro Salinas, La voz a ti debida, (Madrid, Signo, 1933)

[Foto: Justin Bartels]

 

[Poesia e parole che hanno la capacità in pochi versi di attraversare il mistero dell’amore, ma anche e ancor più quello della vita e della realizzazione di noi stessi:  gettando un occhio vago ma penetrante a temi quali predeterminazione o autodeterminazione dell’uomo, al mistero di ciò che siamo (e il nostro cammino), quel “tu” che sfugge spesso a noi stessi,  quell’ “io” al cospetto di sè attraverso l’altro. Ecco qui una dimostrazione di cosa – con naturale delicatezza – è capace di fare la Poesia, in questo (permettetemelo) unica.]

3 thoughts on “Per vivere…, Pedro Salinas

  1. natipervivereblog ha detto:

    Che meraviglia!
    La voce dell’amore, l’invito puro
    Un caro saluto e un augurio di un felice fine settimana
    Adriana

  2. Gualina ha detto:

    Per leggerti ho sempre bisogno di sedermi. In un angolo, da sola.
    Da sola ti leggo, da sola mi emoziono.
    Buona serata, Gilda 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...