Tremo, tremanti, tremiamo, Rosita Copioli

c2a9-vadim-stein1

 

Tremo, tremanti, tremiamo,
la carne in me e te è lo stesso
il terremoto.
È lo stesso il moto
sussultorio dell’origine, della luce,
è lo stesso dell’amore?
In che grado sono parenti
il sotto sopra della terra
e dei cieli
il rovesciarsi
dei cieli
e questo mio tremare dal centro
attraverso te, mio centro?

 

Rosita Copioli, Tremo, tremanti, tremiamo (da Il postino fedele, Lo Specchio Mondadori, 2008)

[Foto: Vladimir Stein]

2 thoughts on “Tremo, tremanti, tremiamo, Rosita Copioli

  1. gelsobianco ha detto:

    Quel poco che ho letto di Rosita Copioli mi porta a voler conoscere di più i suoi lavori.
    Questa sua poesia è profonda e bella e… vibra in me.

    Grazie, Gilda cara.
    Al solito è perfetta l’immagine! ❤
    gb

    • Gilda ha detto:

      Sì anch’io ho letto poco di questa poetessa, e anch’io vorrei approfondire, sto cercando ad esempio (ma senza successo) “Il postino fedele”. Di recente è uscita la sua ultima raccolta, anche se per quel poco che ho letto sono più indirizzata verso quelle precedenti, almeno per iniziare. Hai ragione, vibra tutta questa poesia… mi ha colpita dal primo istante!
      Grazie ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...