Nudi, S. Ritrovato

leonard-freed-new-york-city-lower-east-side-1956

_

Le carezze dicono più delle parole
gli abbracci più dei lunghi discorsi
e il petto che si stringe al seno e batte forte
spalmando l’odore sulla pelle, più di un diamante.

S. Ritrovato

 

 

Cari ragazzi, non abbiate paura di voi: siate nudi.
Abbracciatevi a letto o dove volete, ma siate nudi.
Non so se saprete dirvi la verità ma, sì, togliere i vestiti
senza fretta, disponendoli su una sedia.
Le carezze dicono più delle parole
gli abbracci più dei lunghi discorsi
e il petto che si stringe al seno e batte forte
spalmando l’odore sulla pelle, più di un diamante.
E anche quando vi vestirete prima di incontrarvi
pensate che ogni indumento andrà tolto
se davvero vorrete incontrarvi, sapere cosa c’è sotto
la maschera, oltre la contesa, entrare
nello spazio dell’altro, in uno più grande.
Vestitevi pure, ma per desiderare di essere nudi
perché ogni indumento accrescerà l’attesa
ogni corpo troverà nell’altro movimenti nuovi
e pensieri lontani, di speranza, che sembravano perduti.

_____

Desnudos de Salvatore Ritrovato

Queridos jóvenes, no tengan miedo de ustedes: desnúdense.
Abrácense en la cama, donde quieran, pero desnúdense.
No sé si sabrán decirse la verdad pero sabrán quitarse las ropas
sin prisa, colocándolas en una silla.
Las caricias dicen más que las palabras,
los abrazos, más los largos discursos
y el pecho, que se aprieta en los senos y acelera el pulso
impregnando el olor sobre la piel, más que un diamante.
Y aún cuando se vistan antes de encontrarse
piensen que cada prenda será elegida
si de verdad desean encontrarse, sepan lo que hay debajo
de la máscara. Más que disputar, entren
en el espacio del otro, en uno más grande.
Vístanse igual, pero solo para decidir estar desnudos
porque cada prenda acrecentará la espera,
cada cuerpo encontrará en el otro movimientos nuevos,
y pensamientos distantes de esperanza, que parecían perdidos.

Salvatore Ritrovato, Nudi

Traduzione : Luis Berra R., a cura del Centro Culturale Tina Modotti

 

[Foto: Leonard Freed – New York City, Lower East Side, 1956]

16 thoughts on “Nudi, S. Ritrovato

  1. Enri1968 ha detto:

    Oggi non lavoro, oggi non mi vesto
Resto nudo e manifesto…

  2. marzia ha detto:

    Gilda, ma dove scovi poeti tanto magnifici?

    • Gilda ha detto:

      Un po’ ovunque, cerco molto, trovo tanto e seleziono, tempo permettendo. Dai libri, riviste quali “Poesia” o anche online da “Atelier Poesia” e “Nuovi Argomenti”, dai blog e dalla rete in generale, qualche volta da film o musica, teatro, letture che rinviano ad altre letture, Altre volte per puro purissimo caso. Sono molto curiosa e mi incuriosisco facilmente, quindi una cosa che può sembrare noiosa come la ricerca, per me diventa puro spasso. E poi ci siete voi, che date sempre preziosissimi stimoli 🙂

      Questa l’ho presa qui: https://cctm.website/
      Li seguo spesso e lavorano benissimo, penso che a spingerli sia soprattutto la passione.

      La precedente invece sul numero 323 della rivista Poesia (Crocetti) di questo mese, da un articolo dedicato a Kazimierz Wierzynski (non chiedermi come si pronuncia 😀 ), a quanto pare uno tra i massimi autori polacchi del primo Novecento. A noi del tutto sconosciuto perchè di fatto -a parte le traduzione e l’opera di ricerca di Paolo Statuti (grande traduttore e studioso italiano), non c’è altro in Italia. Per questo vorrei dedicargli un breve articolo prossimamente, ma prima me lo devo un po’ studiare 🙂

      Oltre a condivivere quelle cosa (tante) che sento “mie”, mi piace soprattutto scoprirne di nuove. Cose che magari non sono tanto visibili o conosciute, ma di grande valore culturale, per poterle gustare con chi – come te – nutre le mie stesse passioni.

      • marzia ha detto:

        Lo sai che la curiosità è la strada che percorre l’intelligenza, vero?
        🙂
        Grazie ala lettura del tuo blog mi approccio ad autori per me del tutto ignoti e sarebbero continuati ad essere tali.
        Vedo con gioia che abbiamo lo stesso approccio: condividere ciò che ha meno visibilità, ma non per questo meno belo o interessante.
        Sei una “gourmet” 🙂

  3. Gilda ha detto:

    Infatti l’ho notato e ti seguo sempre con molto interesse. Che senso avrebbe altrimenti tenere per sé le piccole “scoperte” di ogni giorno, Dove per “scoperte” intendo anche quelle della vita, come ad esempio quando tu ci parli del tuo nipotino, della vita anche quando non è proprio del tutto come si vorrebbe che fosse, dei viaggi o di un raggio di sole che per effetti strani si è posato nel tuo cuore, proprio quel giorno e non un altro. 🙂

    Buona serata, Amica Cara, è sempre un piacere colloquiare con te!

  4. gelsobianco ha detto:

    Scoprire e condividere.
    A presto, Gilda cara
    🙂
    gb
    Grazie per le indicazioni che hai dato così generosamente. 🙂

  5. gelsobianco ha detto:

    Poesia molto profonda.
    Grazie, Gilda
    :*
    gb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...