Al Principe, P. P. Pasolini

16864664_1902446813375468_2384129719680879284_n

 

Per essere poeti, bisogna avere molto tempo:
ore e ore di solitudine sono il solo modo
perché si formi qualcosa, che è forza, abbandono,
vizio, libertà, per dare stile al caos.

P.P. Pasolini

 

 

Se torna il sole, se discende la sera,
se la notte ha un sapore di notti future,
se un pomeriggio di pioggia sembra tornare
da tempi troppo amati e mai avuti del tutto,
io non sono più felice, né di goderne né di soffrirne:
non sento più, davanti a me, tutta la vita…
Per essere poeti, bisogna avere molto tempo:
ore e ore di solitudine sono il solo modo
perché si formi qualcosa, che è forza, abbandono,
vizio, libertà, per dare stile al caos.
Io tempo ormai ne ho poco: per colpa della morte
che viene avanti, al tramonto della gioventù.
Ma per colpa anche di questo nostro mondo umano,
che ai poveri toglie il pane, ai poeti la pace.

Pier Paolo Pasolini, Al Principe, (da La religione del mio tempo, 1961)

[Foto: Pier Paolo Pasolini (soggetto)]

47 thoughts on “Al Principe, P. P. Pasolini

  1. Nico ha detto:

    Bellissima questa lirica di Pasolini in cui incarna il suo pensiero dell’essere Poeta, non a caso parla del tempo e del suo lento scorrere, insomma, quel dolce far nulla inteso non come tempo da perdere, ma come momento da dedicare all’arte, musica, poesia, danza.
    Eh si, la vita moderna con la sua incessante velocità non si addice ai poeti che invece preferisco la calma e la tranquillità, come dicevano i latini, l’OTIUM!!
    Ottima scelta Gilda. 🙂

    • Gilda ha detto:

      Hai ragione Nico. Proprio tu se non sbaglio tempo fa hai sottolineato come Pasolini sia stato non solo un grande fotografo della propria epoca, ma abbia anticipato con estrema lucidità cosa sarebbe accaduto poi. Io non solo stimo questo intellettuale ed artista ( impareggiabile in entrambe le cose, inscindibili in lui), ma gli voglio proprio bene. È uno di quegli spiriti che nasce ogni 100 anni se si è fortunati , noi in Italia abbiamo avuto la fortuna di averlo… e si dovrebbe esser fieri di lui quanto lo si è di Dante. Lo dimostra il fatto che se ne sente davvero la mancanza. E ciò che manca è la sua veracità, qualità che lo ha portato alla morte purtroppo. La sua autenticità più assoluta ed estrema, non solo in quanto poeta, ma come uomo di cultura, quella vera quella che si offre, quella che parla a nome di chi non può parlare, ma soprattutto la sua autenticità di uomo.

      • Nico ha detto:

        Un grande Poeta e un grandissimo intellettuale, la sua lucidissima disamina del carattere degli uomini, fece di lui un personaggio scomodo ai politici dell’epoca, ai mafiosi e a tutti gli altri “scribacchini” che senza merito, si atteggiavano come intellettuali.
        Amo tutto di Pasolini, amo l’uomo che senza ipocrisia non nascose la sua natura, amo il Poeta dal linguaggio crudo e realista descrisse i vizi e le virtù della società dell’epoca, amo la sua meravigliosa mente per aver capito con un anticipo di quarant’anni, la condizione in cui sarebbe venuta a trovarsi la società moderna.
        Amo Pasolini!!
        Grazie per il tuo bellissimo commento, ciao Gilda cara.

      • Gilda ha detto:

        Grazie a te per il tuo 🙂 🙂

  2. gelsobianco ha detto:

    Quello che provo per l’autenticità di questo uomo grande è la tenerezza lieve.
    Quello che sento per lui grande artista è l’ ammirazione profonda.
    “Per essere poeti, bisogna avere molto tempo:
    ore e ore di solitudine…
    per dare stile al caos.”
    E oggi c’è così poco stile…

    E tutto quello che noi leggiamo di splendido di suo è scritto nel suo viso ossuto.
    E tutte le sue passioni sono incise sulla sua pelle.

    Come non amare questo artista e questo uomo che ha pagato con una morte atroce la sua veracità?

    Grazie, amica cara.
    Sempre scelte notevolissime le tue.
    :*
    gb

    • Gilda ha detto:

      Condivido tutto ciò che hai scritto, ho notato che negli ultimi anni c’è stata una sorta di rivalutazione di Pasolini, soprattutto come uomo.

      Avere la possibilità di dialogare con persone sensibili e raffinate come te, e altri che scrivono qui, mi da ogni giorno nuovo entusiasmo per cercare e cercare… e scrivere qui 🙂

      A presto, Gelsé (pare sia il tuo nuovo nome :D)

      • gelsobianco ha detto:

        Sai, cara Gilda, il mio nick è sempre gelsobianco (gb), ma se qualcuno mi chiama con un nomignolo, io lo accetto volentieri con un sorriso. Sono sempre io!
        E’ piacevolissimo sempre venire qui da te 🙂
        gb
        Buona serata!

  3. marzia ha detto:

    Non avremmo mai dovuto perderlo..
    Una perdita irreparabile..
    Gilda, chissà oggi cosa direbbe di questi scempi…

    • gelsobianco ha detto:

      Oh, sarebbe molto triste…
      Quel suo viso scavato avrebbe ancora più profonde pieghe
      gb

    • Gilda ha detto:

      Forse è una fortuna per lui non aver visto questi tempi, con le sue mille contraddizioni. La parola che si trasforma da (auspicata) comunicazione a piatto e sterile intrattenimento (tutti con tutti, sempre!); diversità che in ogni sua forma sta diventando sempre più omologazione; la brama di apparire ad ogni costo (e non a caso il simbolo massimo di questo secolo si chiama facebook); quell’individualismo che da amore per se stessi si sta trasformando in riscatto di una libertà che annulla l’altro, lo schiaccia quale minaccia, un individualismo che annulla il bene comune proprio di ogni comunità. E quei lager, nuovi campi di sterminio, che sono gli allevamenti intensivi, che ci rendono in apparenza più ricchi, ma nella realtà sempre più poveri. Tutti più corrotti, più arrabbiati, più arroganti, feroci. E mi fermo qui 😀

      Per fortuna c’è anche tanto bello, ancora… e chi lotta per custodirlo.
      Il poeta oggi ha un altro compito importante, quello di riconoscere e custodire l’importanza del tempo, quello dell’attesa, della fede, del fare senza produrre, del ricercare senza tesori. E chi ogni giorno pone un minimo di attenzione a tutto questo compie un autentico miracolo, perchè senza saperlo, come scrive Borges, sta salvando il mondo!

      Ciao Amica Bella 🙂

      • marzia ha detto:

        Rimango quasi senza parole, leggendo questa tua affilata disamina di un reale che scardina ogni buon senso, ogni umanità e sembra premiare i migliori, come i Poeti.
        Ti son grata , Gilda carissima.
        Tesaurizzo queste parole e non escludo di farne un montaggio se me ne autorizzi.
        E’ un commento, il tuo, che rùgge saggezza e vista acuta.

      • Gilda ha detto:

        Ma certo Marzia, non c’è nemmeno da chiedere, rielabolale come meglio credi in rapporto anche alle esigenze del mezzo che usi. Grazie per la stima che ricambio totalmente! Vorrei avervi più vicini, per incontrarci e chiacchierare con tutti voi… chissà in futuro un incontro 🙂

      • marzia ha detto:

        Non mettiamo limiti: dopotutto basta organizzarsi
        🙂

      • Gilda ha detto:

        Infatti hai ragione 🙂

      • marzia ha detto:

        Se You Tube collabora ( “scelta” che ha del miracoloso) presto potrai vedere il montaggio..
        🙂

      • Gilda ha detto:

        Grazie ❤ :* :*

      • gelsobianco ha detto:

        “quell’individualismo che da amore per se stessi si sta trasformando in riscatto di una libertà che annulla l’altro, lo schiaccia quale minaccia, un individualismo che annulla il bene comune proprio di ogni comunità.”
        Ho apprezzato davvero tanto le tue riflessioni notevolissime.
        Vedi, cara, ci vorrebbero più persone come te e come altri che con chiarezza saggezza umiltà sanno ancora riconoscere ciò che conta davvero.
        Ti abbraccio, Gilda cara.
        🙂
        Grazie per il tuo grande commento.
        gb

  4. L’ha ribloggato su La mia intima terra e ha commentato:
    Presa dalla famiglia e da altro. ho iniziato a conoscere Pasolini solo da una ventina d’anni.
    Vi pongo rimedio, evidenziando questa sua lirica e ringraziando Gilda che ha voluto riservarcela

  5. natipervivereblog ha detto:

    Il vero tempo…
    Posseduto solo dai veri poeti, dentro alla melodia dell’anima

  6. marzia ha detto:

    *Non sembra premiare
    ( lapsus che tradisce il mio sentire)

  7. marzia ha detto:

    Prima di inserirlo da me, lo lascio qui..con il mio augurio di una bella domenica, Gilda

  8. marzia ha detto:

    Confesso che il surrealismo non è materia mia..

  9. marzia ha detto:

    Puoi scaricartela o vuoi che te la invii?

  10. gelsobianco ha detto:

    Splendido montaggio che è perfetto in questo blog di valore!
    Grazie.

    gb

  11. marzia ha detto:

    Gilda riflettevo..
    I continui “mi piace” che vedo spalmati ovunque ( stasera da me una straniera ne avrà messi 15, tutti in mezzo minuto..se poi si va a controllare in posta..) son emblema dell’individualismo qui in Wp della ” brama di apparire ad ogni costo”.
    E di consenso aggiungo.
    p.s. c’è chi perfino sfacciatamente nel suo blog mi scrisse” son andato a mettere qualche “mi piace” qua e là..”
    Se becco come eliminare questa opzione da me, giuro che la elimino.
    Notte serena Gilda.

    • gelsobianco ha detto:

      Eliminala, Marzia.
      Ci deve essere un sistema.
      Concordo con te.
      Notte buona
      gb
      Notte serena anche per te, Gilda

    • Gilda ha detto:

      Sì anche wordpress è diventato negli ultimi tempi molto più “social”, anche a me capita di avere persone che senza nemmeno leggere mette questi “mi piace”. Ma, tutto sommato, poco mi importa…

      Peggio per loro che si perdono la bellezza dei contenuti che con tanta generosità condividi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...