Sera, Alessandro Parronchi

16864393_1126455120798972_2846894858843124676_n

 

 

Così presto il giuoco s’interrompe.
Sorridevamo, era leggiadra, e dopo
son rimasto con questa, che trabocca,
malinconia più cara delle stesse
ore di gioia o meno, non so dire.
Nel tramonto che non vuol più morire
lascia che sia la brezza a riportarmi
l’immagine di te forse più vera,
lasciami solo ai miei pensieri, l’Arno
è un fiume triste stasera.

 

Alessandro Parronchi, Sera

[Foto: dal Web]

4 thoughts on “Sera, Alessandro Parronchi

  1. marzia ha detto:

    Pur velata di malinconia e nel meriggio, momento cui tende il giorno verso la notte, questa è splendente.

  2. gelsobianco ha detto:

    “Nel tramonto che non vuol più morire
    lascia che sia la brezza a riportarmi
    l’immagine di te forse più vera,
    lasciami solo ai miei pensieri, l’Arno
    è un fiume triste stasera.”
    Continuo a dire questi versi e… una lacrima scende in me.
    Splendida poesia che desta in me moltissimo.

    Grazie, Gilda cara, per la tua sensibilità.
    :*
    gb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...