l’Altrove, Fernando Pessoa

luis-gonzalez-palma

 

Non abbiamo bisogno di una nave, creatura mia,
ma delle nostre speranze finché saranno ancora belle,
non di rematori, ma di sfrenate fantasie.

F. Pessoa

 

Andiamo via, creatura mia,
via verso l’Altrove.
Lì ci sono giorni sempre miti
e campi sempre belli.

La luna che splende su chi
là vaga contento e libero
ha intessuto la sua luce con le tenebre
dell’immortalità.

Lì si incominciano a vedere le cose,
le favole narrate sono dolci come quelle non raccontate,
là le canzoni reali-sognate sono cantate
da labbra che si possono contemplare.

Andiamo via, creatura mia,
via verso l’Altrove.
Lì ci sono giorni sempre miti
e campi sempre belli.

La luna che splende su chi
là vaga contento e libero
ha intessuto la sua luce con le tenebre
dell’immortalità.

Lì si incominciano a vedere le cose,
le favole narrate sono dolci come quelle non raccontate,
là le canzoni reali-sognate sono cantate
da labbra che si possono contemplare.

Il tempo lì è un momento d’allegria,
la vita una sete soddisfatta,
l’amore come quello di un bacio
quando quel bacio è il primo.

Non abbiamo bisogno di una nave, creatura mia,
ma delle nostre speranze finché saranno ancora belle,
non di rematori, ma di sfrenate fantasie.

Oh, andiamo a cercare l’Altrove!

Fernando Pessoa, da L’esule

[Foto: Luis González Palma]

 

*P.S. Qualcuno riesce a passarmi l’originale di questo testo?

13 thoughts on “l’Altrove, Fernando Pessoa

  1. […] via l’Altrove, Fernando Pessoa — La terra è blu come un’arancia […]

  2. marzia ha detto:

    Mi spiace, non posso aiutarti…

  3. L'Irriverente ha detto:

    Purtroppo non ce l’ho – non ho in effetti molti libri in lingua originale, a parte un po’ di classici greci e latini con traduzione a fronte – ma è davvero bella già in questa traduzione.

  4. Nico ha detto:

    Meravigliosa!!

    Mi otra parte

    Una llamada basta para crecer
    tienes sobre mi ese poder,
    la ausencia de tu voz me hace enloquecer
    es ella la melodía que vibra en mi ser.
    A veces las aves se hieren
    en su amoroso juego del aire,
    también en ocasiones los humanos que se quieren
    fracturan sus corazones cuando del otro parten.
    Vivo porque eres mi otra parte
    esta vida no alcanza para amarte,
    me doy porque eres mi otra parte
    el universo no me basta al entregarme.
    Él nos pide que dejemos
    de vivir la vida de otros,
    ahora que al fin tiempo tenemos
    hagamos lo que queremos para nosotros.
    En el rincón del corazón
    está la luz sabia energía divina,
    yo la envié allí por alguna razón
    y colgué frente a mis ojos la cortina.
    Es hora ya de liberarnos,
    de amarnos como la madre quiere a sus hijos,
    como el niño que busca los sueños que aún viven en nosotros,
    como el corazón que quiso saltar un pozo.

  5. gelsobianco ha detto:

    Meraviglia!
    Non ho parole…

    gb

  6. gelsobianco ha detto:

    …e quella fotografia ❤
    gb

  7. Rosario ha detto:

    di ‘Altrovve’, oltre quella pubbliccata da Passigli, conosco un’altra traduzione trovata sul Web.
    Mi meraviglia comunque che Passigli pubblichi poesie senza il testo a fronte. (È un rimprovero). Qualsiasi traduzione sarà sempre ‘altra’ dall’originale (un’approssimazione più o meno fedele) e quindi io voglio vedere il testo originale.
    E infine sul Web si trova tutto!!! Tranne loriginale di ‘Altrove’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...