Amor, Salvador Novo da “Espejo”

edward-weston

_

Amare è questo timido silenzio
accanto a te, senza che tu lo sappia,
e ricordare la tua voce quando vai
e sentire il calore del tuo saluto.

Amare è aspettarti
come se fossi parte del tramonto,
né prima né dopo, per restare soli
tra i giochi e i racconti
sulla terra riarsa.

Amare è sentire, quando non ci sei,
il tuo profumo nell’aria che respiro,
e contemplare la stella in cui ti nascondi
quando chiudo la porta della notte

Salvador Novo, Amor, da Espejo (1933)

 

_

Amar es este tímido silencio
cerca de ti, sin que lo sepas,
y recordar tu voz cuando te marchas
y sentir el calor de tu saludo.

Amar es aguardarte
como si fueras parte del ocaso,
ni antes ni después, para que estemos solos
entre los juegos y los cuentos
sobre la tierra seca.

Amar es percibir, cuando te ausentas,
tu perfume en el aire que respiro,
y contemplar la estrella en que te alejas
cuando cierro la puerta de la noche.

Salvador Novo, Amor, da Espejo (1933)

_

[Foto: Edward Weston]

12 thoughts on “Amor, Salvador Novo da “Espejo”

  1. erospea ha detto:

    sento..ascolto..contemplo..
    ovunque: (mi) sei

  2. gelsobianco ha detto:

    Sì, anche qui ti trovo, Gilda cara
    “y contemplar la estrella en que te alejas
    cuando cierro la puerta de la noche.” ❤
    gb

    • gelsobianco ha detto:

      quell’attimo in cui ci si addormenta e… i mondi di chi si ama si separano.
      e come si vorrebbe poter penetrare nei sogni dell’altro…
      gb

      • gilda.m ha detto:

        Io non ho conosciuto piacere più grande del poter dormire con la persona amata. E devo dire la verità, mi sono trovata così in pace con me stessa che non mi sono mai chiesta dove fosse nei suoi sogni, era accanto a me e questo bastava per essere al mondo.
        Al di là di questi piccoli e rari miracoli, il mondo del sogno è e rensterà sempre uno dei più grandi misteri…

    • gilda.m ha detto:

      … In effetti hai ragione: ci sono tutta

      • gelsobianco ha detto:

        E’ magico per me dormire insieme alla persona amata.
        Non è un voler entrare nel mondo dei sogni dell’altro, no. E’ il non voler staccarti da qualcosa di suo anche se lui è lì, accanto a te. Io sento forte questa struggenza. (in realtà sei sempre lontano da una parte della persona amata. è così. talvolta cogli questa “lontananza” in modo più profondo o meno)
        Ecco, pensa un po’ alla “petit mort” e a ciò che lascia in noi…
        Non voglio allargare il discorso di più. Tu mi comprendi, lo so.
        Poi arriva il mattino in cui ci si sveglia o il momento in cui si comincia a “rinascere” con lui.

        Il mondo dei sogni affascina me tantissimo, Gilda cara.

        Buona giornata.

        gb

      • gilda.m ha detto:

        Sì ti comprendo perfettamente… e in questo senso posso garantirti che siamo molto ma molto simili…. per non dire uguali 😉 comprendo perfettamente lo struggenti di cui parli… grazie, buona giornata a te! 🙂

      • gelsobianco ha detto:

        Sì, sento che comprendi lo “struggimento” di cui parlo…
        Grazie a te sempre
        🙂
        gb
        E’ bello riuscire a trovare qualcosa che “leghi” due persone perché provato da entrambe.
        Bella Gilda, buone ore.

      • gilda.m ha detto:

        Sì è bello e piacevole 🙂 buone ora a te, caro gelso :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...