Vedi: non ho dimenticato… da “Le foglie morte”, Jacques Prévert

maurice-tabard-40

Dicono che è l’ultima canzone.
Non ci conoscono, vedi.
E’ l’ultima canzone
solo se lasciamo che lo sia.

– dal film Dancer in the dark di Lars von Trier –

 


… Vedi: non ho dimenticato
la canzone che mi cantavi.

È una canzone che ci somiglia.
Tu che mi amavi
e io ti amavo.
E vivevamo, noi due, insieme
tu che mi amavi
io che ti amavo.
Ma la vita separa chi si ama
piano piano
senza far rumore
e il mare cancella sulla sabbia
i passi degli amanti divisi

Le foglie morte cadono a mucchi
e come loro i ricordi, i rimpianti.
Ma il mio fedele e silenzioso amore
sorride ancora, dice grazie alla vita.
Ti amavo tanto, eri così bella
Come potrei dimenticarti
Com’era più bella la vita
e com’era più bruciante il sole
Eri la mia più dolce amica …
Ma non ho ormai che rimpianti
E la canzone che tu cantavi
sempre, sempre la sentirò.

È una canzone che ci somiglia.
Tu che mi amavi
e io ti amavo.
E vivevamo, noi due, insieme
tu che mi amavi
io che ti amavo.
Ma la vita separa chi si ama
piano piano
senza far rumore
e il mare cancella sulla sabbia
i passi degli amanti divisi.

Jacques Prévert, da Le foglie morte

_
… Tu vois, je n’ai pas oublié,
La chanson que tu me chantais…
C’est une chanson, qui nous ressemble,
Toi qui m’aimais, moi qui t’aimais.
Nous vivions, tous les deux ensemble,
Toi qui m’aimais, moi qui t’aimais.
Et la vie sépare ceux qui s’aiment,
Tout doucement, sans faire de bruit.
Et la mer efface sur le sable,
Les pas des amants désunis.
Nous vivions, tous les deux ensemble,
Toi qui m’aimais, moi qui t’aimais.
Et la vie sépare ceux qui s’aiment,
Tout doucement, sans faire de bruit.
Et la mer efface sur le sable
Les pas des amants désunis…

Jacques Prévert, Les Feuilles mortes

[Foto: Maurice Tabard]

 

10 thoughts on “Vedi: non ho dimenticato… da “Le foglie morte”, Jacques Prévert

  1. Nico ha detto:

    Bella, bella, bella, in questo momento poi….
    Grazie per questo scorcio di bellezza Gilda..
    Buona domenica. 🙂

  2. Astralla ha detto:

    Bella e triste, come una melodia diffusa sul mare in burrasca…

  3. T ha detto:

    la vita separa.. Però noi non siamo solo vita.

  4. tachimio ha detto:

    Questa è una delle poesie più belle di Prèvert e Yves Montand cantandola la rese immortale. Un abbraccio. Isabella

    • gilda.m ha detto:

      Prima di pubblicarla ero davvero indecisa se mettere anche il video della canzone di Yves Montand o no… per cui grazie per averla ricordata!
      Vero, hai ragione, in generale, Prévert preferisco citarlo anche in francese, perché la musicale malinconia dei suoi versi perdono molto con la traduzione – cosa che capita un po’ per ogni forma di traduzione – ma con questo poeta, che gioca molto sulla musicalità e ripetitività del verso questo furto (parere personale) lo sento prepotente, quasi dominante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...