La parte soleggiata di noi stessi, P. Cappello

barca

La parte soleggiata di noi stessi
non somiglia a questo prato d’agosto
che vedi
somiglia piuttosto a una pietra
che il tempo abbia sepolta
nel fondo profondo di noi
oppure sta come un’isola
e noi siamo sponda
ma sempre al di qua di quell’isola
dove io si dice per dire
– per essere – noi.

(Pierluigi Cappello, Assetto di volo, Crocetti Editore)

3 thoughts on “La parte soleggiata di noi stessi, P. Cappello

  1. marzia ha detto:

    La bellezza di questa lirica è nell’usare la metafora del sole per indicare in noi la zona alla quale affidarci..
    Ma la devo rileggere per coglierne tutto lo spessore..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...